Mino SPEZIA

Una comunità cresce, ed ha un futuro, quando lega il senso dell'appartenenza e della sua storia ad un progetto di sviluppo e di reale cambiamento. La Città di Valderice deve ritrovare il coraggio di scommettere su se stessa, di presentarsi al confronto con le altre realtà locali avendo la forza delle proprie idee e la volontà di dialogo per costruire un nuovo sistema di regole ed un giusto equilibrio tra aspettative e risorse a disposizione.

Deve riscoprire il diritto di cittadinanza che garantisce tutti e deve liberare tutte le sue potenzialità, costruendo relazioni sociali che diano la possibilità di esprimersi al meglio, senza condizionamenti e senza rapporti di forza dettati da limitazioni economiche.

La nuova Valderice sarà al fianco dei suoi cittadini così come i suoi cittadini saranno al suo fianco per rinsaldare il vincolo d'appartenenza e la tradizione di una terra che ha sempre creduto nei valori che è riuscita a definire negli anni. Il Comune sarà il luogo d'incontro dei diritti e dei doveri di ogni cittadino, ma sarà anche la garanzia di un percorso unitario che comprenderà tutti, senza alcuna distinzione.

Non ci saranno corsie privilegiate. Non ci saranno privilegi per gli amici e penalizzazioni per gli avversari, perché ci saranno soltanto cittadini, attivi ed un Comune responsabile dotato di regole a tutela di tutti. Il Comune è dei cittadini. Gli amministratori sono soltanto uno strumento per migliorare la qualità della vita di un territorio. La nuova Valderice sarà al servizio della sua comunità.
La politica è passione civile e, come tale, deve essere vissuta e realizzata. Saremo tutti protagonisti e scriveremo insieme una pagina di storia fatta di libertà, fiducia e di solidarietà. Il progresso non è un'entità astratta, ma è frutto di un duro lavoro quotidiano e di atti politici ed amministrativi che devono puntare al bene comune.